Roma, Italia – 100 vescovi da tutti i continenti per testimoniare la gioia e la forza del Vangelo e per il 46° anniversario di Sant’Egidio

Insieme, per riflettere su “La gioia del Vangelo”. E’ in corso a Roma, in occasione del 46° anniversario della Comunità di Sant’Egidio – oggi pomeriggio la liturgia eucaristica di ringraziamento a San Giovanni in Laterano -, l’Incontro internazionale “Cristiani e pastori per la Chiesa di domani”, cui prendono parte oltre cento vescovi provenienti da tutti i continenti
Il programma del convegno è fitto. Apertosi ieri mattina con l’udienza generale di papa Francesco a piazza San Pietro, esso si articola in conferenze, assemblee e momenti di confronto, nonché in occasioni di incontro col mondo dei poveri nel quadro dei servizi ai più bisognosi vissuti dalla Comunità di Sant’Egidio.
All’attenzione di tutti, attraverso la testimonianza dei vescovi presenti – fra essi, solo per fare due nomi, mons. Ignatius Kaigama, arcivescovo di Jos e presidente della Conferenza episcopale nigeriana [nella foto], e mons. Butros Marayati, arcivescovo della Chiesa armeno-cattolica di Aleppo, in Siria – il gemito di zone del mondo particolarmente colpite dalla guerra o da conflitti etnico-religiosi, come pure la consapevolezza di quanto la buona notizia del Vangelo sia una forza capace di andare oltre ogni pessimismo o rassegnazione.

 

Facebooktwittergoogle_plusmail