Kiev, Ucraina – Preghiera per la pace a piazza Indipendenza

E’ noto come l’Ucraina stia attraversando un momento di grande difficoltà. Violenza, tensione, confusione, minacce hanno segnato i giorni scorsi e segnano ancora l’oggi di questo paese così complesso e plurale.

La Comunità di Sant’Egidio nel mondo vive con partecipazione e preoccupazione quanto accade in queste ore e si fa vicina ai fratelli e alle sorelle di Kiev e delle altre città ucraine. I quali, d’altra parte, pregano con fede ed insistenza perché la pace sia preservata nella regione.

Domenica 2 marzo una preghiera per la pace organizzata dalla comunità di Kiev si è svolta nella chiesa di San Nicola, con la partecipazione di rappresentanti di tutte le chiese ucraine. Il no alla violenza, che era già stato concordemente espresso durante i fatti di sangue di fine febbraio, è stato ribadito con forza.

Ma anche il giorno precedente Sant’Egidio si era fatta promotrice di un’analoga iniziativa, questa volta “di popolo”, convocando tanti giovani proprio sui luoghi simbolo della crisi del mese scorso, a piazza Indipendenza. Dopo un momento di preghiera una processione silenziosa si è snodata lungo via Instituska, dove molti manifestanti erano stati uccisi, e fino al luogo in cui più numerose erano state le vittime dei cecchini. 

 

Facebooktwittergoogle_plusmail