Bujumbura, Burundi – Estate di solidarietà sul lago Tanganika

In occasione della festa di Sant’Egidio, il 1° settembre scorso, la Comunità di Bujumbura ha organizzato una gita coi suoi amici poveri (anziani soli e bambini di strada) sulla riva del lago Tanganika. 
Sì è voluta offrire loro l’opportunità di una giornata differente, un po’ lontano dalla città, su spiagge di una bellezza struggente, laddove i poveri non possono spingersi facilmente. 
Molti degli anziani presenti alla gita si erano riversati su Bujumbura durante la guerra civile. Ora sono più vecchi, spesso senza una famiglia e dunque senza assistenza. La Comunità è diventata il loro unico riferimento, una famiglia che restituisce loro speranza e prospettiva, e dà loro anche l’occasione di vivere una giornata libera e felice …. 
La stessa libertà, la stessa gioia, l’hanno vissuta anche i bambini di strada, da subito padroni della spiaggia, impegnatissimi a giocare a calcio o a qualcos'altro. I bambini di strada sono purtroppo numerosi nella città di Bujumbura. E’ anche questa una dolorosa eredità della guerra civile, sono orfani di guerra o figli di ex combattenti dispersi. La Comunità non li disprezza, non li scaccia, li raduna nelle Scuole della Pace, li porta a giocare e a divertirsi dove tante volte solo i figli dei più benestanti riescono a spostarsi. 
Per i membri della Comunità di Bujumbura è stato un bel modo di vivere la festa del santo di cui portano il nome, un abate che, secondo la leggenda, proteggeva i più poveri e i più deboli.

 

Facebooktwittergoogle_plusmail