Moshi, Tanzania – “Non c’è più né bianco né nero” …

La Comunità di Sant’Egidio di Moshi è vicina ai piccoli ospiti dell’orfanotrofio che visita fedelmente da anni.

Tra loro molti sono gli albini, abbandonati alla nascita, che in Tanzania vivono costantemente nel pericolo, dal momento che in diverse zone rurali si ritiene l’uso di parti del loro corpo per riti di stregoneria possa portare ricchezza e potere.

kcmc1

L’albinismo riguarda una persona circa su 20000 nel mondo, ma è più comune in Africa subsahariana e in Tanzania ne sarebbe affetta una persona su 1400.

 

Facebooktwittergoogle_plusmail