Roma, Italia – I dieci anni del programma “W gli anziani”

Si è svolto a Roma – cornice uno dei più antichi ospedali della capitale italiana, il San Gallicano, risalente al Settecento – un confronto istituzionale e non sui dieci anni di “W gli anziani”, programma medico-assistenziale innovativo e a vocazione capillare, mirato a rompere la solitudine degli ultrasettantacinquenni garantendo loro una migliore qualità di vita e di salute.
“W gli anziani” è stato avviato dalla Comunità di Sant’Egidio in tre quartieri della Città Eterna. Gli anziani ivi residenti sono stati soggetto di un accompagnamento e di un monitoraggio costanti. Nel quadro di quello che potrebbe diventare un modello conveniente, sostenibile da un punto di vista economico – prevenire costa meno che curare -, ma pure capace di venire incontro al bisogno di tanti anziani la cui principale malattia – alla fin fine – è la solitudine, la cui principale cura è l’amicizia. “W gli anziani” segnala il traguardo cui tutta la sanità pubblica potrebbe puntare, per vincere, pur con un uso ridotto di risorse finanziarie, molte delle sfide dovute all’invecchiamento.
Presentando il programma davanti al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, il presidente della Comunità di Sant’Egidio Marco Impagliazzo, ha sottolineato come esso dia “una risposta vera ai problemi dell’oggi, perché mette in piedi non solo una rete di solidarietà, bensì pure quella cultura nuova e solidale di cui l’Italia ha bisogno per uscire dalla crisi”.
Il programma è infatti animato dallo spirito che ispira tutti i servizi di Sant’Egidio agli anziani: il sogno è quello di non lasciar soli i più anziani, di non spezzare il legame tra le generazioni, di non permettere che i più deboli vengano scartati dal corpo vivo della società. Al tempo stesso, però, esso si configura anchecome un approccio di livello medico e professionale: indicando il passaggio a servizi personalizzati e domiciliari si muove lungo la medesima prospettiva dei più avanzati sistemi sanitari del mondo. 

 

Facebooktwittergoogle_plusmail